Monthly Archives: June 2017

Londra, incendio alla Grenfell Tower

Sono molto addolorato per questa sciagura, per tutte le vittime e i nostri due connazionali ancora dispersi. Lavoro. Il grande cruccio di tanti giovani italiani costretti a emigrare. Ti trovi qui per maggiori opportunita’ che l’Italia non riesce a dare, rinunciando a una bella fetta di qualità di vita, lontana dagli affetti, dalla famiglia. Ti trovi anche a far fronte alle spese e’ spesso sopratutto a Londra sei costretto ad alloggi popolari e in condivisione. Alloggi trappola a 900 sterline al mese. Mi dispiace per quei giovani sogni infranti, di quell’energia stroncata di chi si rimette in gioco, per  i lavoro, rinunciando a tante cose. Mi pare una ingiustizia.

Leave a Comment

Filed under Other

Sea and sky

Sea and sky

Between #Bexhill on Sea and #Hastings

Quando il cielo e il mare si fondono.

Leave a Comment

Filed under Place

Una volta… il richiamo.

Una volta ero attratto da tutte le novità, ma più il tempo passa più mi accorgo che le novità lo sono solo per poco. Da giovane seguivo tutte novità tecnologiche, ammiravo le grosse costruzioni nelle città, ascoltavo la musica, guardavo l’arte umana. Oggi preferisco vedere un posto naturale rispetto ad una città. Invece che osservare l’arte umana preferisco quello di madre natura. Più il posto è isolato e meno costruito più è bello. Più capisci il linguaggio naturale più le costruzioni umane diventano meno armoniose. La terra vista dall’alto sembra malata di cancro lungo i grandi insediamenti umani. Se prendi l’aereo facci caso. Inoltre trovo migliore andare a comprare frutta, verdura da un contadino rispetto che ad un grande supermercato. Un rapporto umano diverso rispetto a quell’ambiente di luce artificiale dove anche l’aria è riciclata.

Leave a Comment

Filed under Battaglia verde