Monthly Archives: August 2019

Antropocene Apuane

Il disastro dell’escavazione delle Apuane è stato inserito nel famoso documentario Antropocene ” L’Epoca umana” realizzato dai registi Jennifer Barchwall e Nicolas de Pencier. Le Alpi Apuane, nel documentario, sono presenti tra i 43 paesaggi più distrutti al mondo.

Leave a Comment

Filed under Battaglia verde

Sentiero del Pastore

Oggi ti scrivo del Sentiero del Pastore. Si tratta di un sentiero non segnato da Cai. Dal nome si evince che si tratta di un percorso che veniva utilizzato per portare in transumanza pecore. Siamo sul gruppo delle Panie. In rete non si trova molto. Francamente ne sono venuto a conoscenza parlando con una persona incontrata sul sentiero del Pania Secca. Stava cercando questo sentiero. Sapeva che passava sotto il numero 7 che da Piglionico porta al rifugio Rossi. Porta ad una grotta chiamata senza fantasia “Grotta del Pastore“. La puoi vedere nella prima fotografia. Sotto invece il paesaggio lunare.

La ricerca visiva dal sentiero per la Pania Secca riguardava il Canale della Luca. Il sentiero praticamente incrocia ad un certo punto il frequentato numero 7. Tante volte vi ero passato senza sospettare nulla. Tanto che ho dovuto cercare il Sentiero del Pastore dal basso appena sopra la cappellina a Piglionico. Ti confesso la felicita’ di poter percorrere queste sentieri. In primis non essendo segnati diventa tutto piu’ coinvolgente. Inoltre difficilmente incontri qualcuno per cui ti puoi godere il silenzio assoluto. E’ piu’ facile incontrare animali selvatici.

Pania Secca vista dalla Grotta del Pastore.

Leave a Comment

Filed under Place

G7 Biarritz

Non mi meraviglio che al vertice G7 a Biarrit in Francia si parli solo di economia e solo marginalmente di clima. Anzi parlano degli incendi della foresta Amazonica ma sempre a livello politico contro il presidente Bolsonaro. Argomento principale i dazi tra Stati Uniti e Cina. Questo preoccupa i potenti della terra. Il clima invece in secondo piano come se l’uomo non facesse parte della natura stessa. In questo anno ci sono state allarmi evidenti, di cui ho parlato, che evidenziano un acceleramento del cambiamento climatico.  L’irresponsabilità’ dell’uomo sul tema climatico provocherà ulteriore poverta’ a livello globale causa lo stesso cambiamento climatico.

Leave a Comment

Filed under Battaglia verde

Nuovo libro

Diversi amici mi hanno suggerito di cominciare a scrivere il secondo libro di Puccini, Avrei diversi elementi molto interessanti circa la tesi che sostengo nel mio primo libro. Dal punto di vista editoriale sicuramente sarebbe la scelta giusta. Ma come sanno le persone che seguono il mio blog io scrivo per passione. I miei libri sono genuini e sopratutto preservo la liberta’ di scrivere anche a discapito alle copie vendute, Inoltre devo confessare che scrivere su Puccini e’ estremamente difficile se non sei inspirato. Il primo libro “I segreti del grande maestro” e’ venuto fuori nella maniera piu’ naturale. Ora invece non m sento pronto per il secondo libro sul maestro. Nel tempo stesso ho tanta voglia di scrivere tanto da cominciare a poter introdurre il mio prossimo libro: “Mille metri sopra il mare”. Sicuramente sara’ una delusione per i Pucciniani o forse no, perche’ chi ama la musica di Puccini penso capisca questo mio libro. Colgo l’occasione per salutare tutti con affetto, sia chi mi ha lasciato belle recensioni, sia chi e’ stato piu’ critico. Voglio bene a tutti.

Leave a Comment

Filed under I segreti del grande maestro- Giacomo Puccini, Mille metri sopra il mare

Cervino Apuano

Oggi ti parlo del Cervino Apuano, il Pizzo D’Uccello, monte principe per le arrampicate con la sua splendida parete Nord. Piccolo anello delle pendici orientali partendo dal rif. Donegani. Il nome, probabilmente, deriva alla montagna dalla presenza in passato dell’aquila reale.

Veduta della parete Nord da Foce Siggioli, si sviluppa per due km superando un dislivello di oltre 700 m.

QAui arriva la famosa ferrata Tordini-Galligani.

Salire per la via normale è il battesimo dell’escursionista apuano. Oltre ad un ambiente veramente meravigloso che segna il confine tra Garfagnana e Lunigiana si tratta di una buona palestra alpinistica.

Leave a Comment

Filed under Place

Spiaggia libera Viareggio

Viareggio ha una delle piu’ belle spiagge della costa nord Toscana ma la Versilia in generale cade sulle percentuali di spiagge libere. Cerco di spiegarti il paradosso. Da piccolo ricordo che tutte le spiagge davanti alle spiagge erano libere. Oggi se percorri tutta la costa da molo di Viareggio fino a Marina di Carrara comprendi che le percentuali di spiagge libere sono bassissime. E’ vero che nessuno puo’ privarti della liberta’ di attraversare un bagno ma prova senza noleggiare un ombrellone e poi mi saprai ridire! Oltre ad essere poche le free beach sono nei punti piu’ desolati vicino ai canali dove ovvimente il mare e’ meno bello, tranne Viareggio che ha una grande eccezione ma c’e’ un trucchetto.

Infatti la spiaggia con dune che vedi sopra nella foto non sarebbe propriamente spiaggia libera ma parco Naturale. Parco naturale Migliarino san Rossore Massaciuccoli. Le spiagge libere di Viareggio sono una vicino al molo ed una al muragione. La famosa Lecciona conosciuta come spiaggia libera in realta’ si tratta di parco naturale. Dove sono le differenze? La free beach e’ una spiaggia dove puoi piantare un tuo ombrellone ed eventualmente usufruire di alcuni servizi messi a disposizione. La spiaggia in una parco naturale e’ un ambiente dove l’impatto dell’uomo deve essere nullo. Francamente non capisco chi recensisce la Lecciona divendo che e’ sporca causa legnetti portati dal mare. Quei legnetti favoriscono lo sviluppo di dune e flora. In poche parole in una spiaggia parco naturale non mi devo aspettare, servizi, assistenza balneare, spiaggia spianata ne filtrata e bidoni. Si perche’ la spazzattura andrebbe riportata a casa come si fa in montagna. Inoltre dovrei stare attento a non calpestare la vegetazione ed eventuali nidi come quelli del Fratino. Ne consegue che anche Viareggio si abbassa notevolmente la percentuale di spiaggia libera togliendo i tre chilometri di spiaggia tra Viareggio e Torre del Lago. Ecco svelato il trucchetto della percentuale di spiagge libere che in Versilia e’ ridicolo. Calcolando che gran parte del turista straniero non e’ abituato al concetto di stabilimento balneare ne consegue che in Versilia regna il vecchio concetto di turismo che oggi e’ sempre meno richiesto.

Leave a Comment

Filed under Battaglia verde, Place

Chiusura del sentiero per Cala Coticcio

Da tempo noto i vari paradossi dei parchi Nazionali Italiani. Uno di questi trattasi delle chiusura del sentiero per Cala Coticcio da parte del Parco nazionale della Maddalena. Nell’ordinanza in vigore dal 2 agosto 2019 “è emersa la necessità di procedere in tempi rapidi alla chiusura del sentiero di Cala Coticcio, in quanto presenta evidenti criticità in corrispondenza di alcune parti dell’irta gradinata in granito che non ne consentono la fruizione in sicurezza”. Stiamo parlando di una area con regime di tutela integrale. Lo chiudono per la sicurezza o perche’ si tratta di un’area a tutela integrale? Seguimi in questa facile osservazione. Per quanto riguarda la sicurezza basterebbe mettere dei cartelli “sentiero per escursionisti esperti” come succede in montagna. Non ci sono grosse difficolta’ in quel sentiero basta avere calzature adeguate. La montagna è un bene comune e per definizione tutti hanno il diritto di goderne e tutti hanno il dovere di preservarla. Secondo me i divieti non servono a far cultura ed ora arriviamo al secondo punto. Se si tratta di area a tutela integrale come e’ possibile che persone su tender provano ad avvicinarsi alla spiaggia. Francamente un motore se pur piccolo lo reputo piu’ dannoso di un persona che scende a piedi. Quindi Cala Coticcio attualmente puo’ essere raggiunta solo in barca.Ne consegue il paradosso.

Leave a Comment

Filed under Battaglia verde, Other

Incendi in Siberia

Qualcuno mi ha scritto circa gli incendi in Siberia. Rispondo qui pubblicamente. Penso che l’estate 2019 sia un disastro. Un caldo veramente anomalo a latitudini vicine al Polo. Temperatura record sulle alpi ad alte quote. Torrente che si ingrossa senza pioggia e invente Zermatt, causa scioglimento ghiacciaio. Incendi in Siberia con gravi conseguenze future. In tutto questo i media parlano sempre di economia e politica. Si continua ad inquinare e consumare territorio come nulla fosse. Partendo dal presupposto che i cambiamenti climatici ci sono sempre stati nella lunga storia della terra. Quindi in parte avrebbero ragione chi non crede al cambiamento climatico causato dall’uomo. Mai nella lunga storia della Terra che noi conosciamo, degli esseri viventi hanno avuto un cosi grosso impatto sul clima. Livelli di Co2, distruzione di foreste, inquinamento, consumo territorio non sono stati mai cosi elevati. Quindi se da una parte c’e’ un probabile e normale ciclo del clima, dall’altra c’e’ un grosso impatto dell’uomo che potrebbe rompere i delicati equilibri del clima. O si cambia marcia rispettando il nostro pianeta o sara’ la natura a farcela cambiare

Leave a Comment

Filed under Battaglia verde

Capanna Margherita 4556 m

“Se ti dicono che i sogni non si realizzano, non crederci a prescindere dalla salita e dall’obbiettivo” Paolo Nuti

Panorama da Capanna Margherita

Vista esterna del rifugio piu’ alto d’Europa.

Targa interna.

Ci saranno tre capitali che parlano dell’esperienza di salita alla Capanna Margherita nel libro che sto scrivendo: Mille metri sopra il mare,

Puoi vedere il video completo qui: Capanna Margherita

Leave a Comment

Filed under Diario di bordo, Mille metri sopra il mare, Place