Consumo del territorio

Senti sicuramente parlare di riscaldamento globale e inquinamento ma no di consumo del territorio. Questa foto scattata dalle prime colline sulla Versilia evidenzia il consumo del territorio. Allagamenti, divieto di balneazione, erosione della costa. La Versilia godrebbe di un clima ottimale invernale perche’ protetta dai venti nordici dalle Apuane. In estate la brezza del mare rende piacevole la temperatura rispetto alle aeree interne. Le stesse Apuane lasciano a monte eventuali nubi e temporali estivi, regalando il sole in tutta la Versilia. Ma veniamo al dunque. La costa in origine era sabbiosa e con dune alte. Lavarone e tronchi portati dal mare alimentavano con il vento le creazioni di dune e della bassa vegetazione tipica del Mediterraneo. Gran parte della costa ora e’ stata spianata per strutture balneari fisse ad alto impatto. Ne consegue il cambiamento degli equilibri che insieme all’ impercettibile aumento dei livelli del mare, corrodono la costa. Inoltre la colata di cemento che dal mare arriva fino alla prima collina provoca un surriscaldamento della zona costiera e un poco assorbimento di acque piovane. Basta un forte temporale per allagare la Versilia che con fognature e depuratori non sufficienti conducono al fatidico divieto di balneazione per la presenza di batteri fecali nel mare in piena estate. Il consumo del territorio e’ dannoso quanto l’inquinamento. Esempio le zone prefiferiche di Viareggio erano distese di campi, oggi sono popolosi quartieri. Lo stesso dicasi per altre zone come Lido di Camaiore, Marina di Pietrasanta dove si e’ costruito a dismisura.

Be Sociable, Share!

Leave a Comment

Filed under Battaglia verde

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

5 × five =