Fai quello che ti piace

Hastings country park Questa foto ispira libertà.

Ma siamo liberi? Sei davvero libero? No siamo schiavi di un sistema. Sei schiavo del lavoro. Se non lavori non vivi. Non so quanto sia naturale e quanto ci appartiene questo sistema ma non sembra che ci siano alternative. Se non lavori perdi l’indipendenza e se perdi il lavoro in Italia puoi entrare in un circolo vizioso simile ad un infinito incubo. Ti senti sempre più inutile e incapace di trovare una nuova sistemazione. Frustrante racimolare i soldi per arrivare a fine mese. Le bollette impagate che aumentano, le minacce dello stacco delle utenze. Tutto questo mentre la casta gode di diritti vergognosi è non fa nulla per risolvere il problema più grande in Italia: la burocrazia. Una burocrazia che spegne a nascere i sogni e senza sogni non c’è futuro. Il futuro sta proprio nel sogno, in quella domanda che ti facevano i tuoi genitori: “cosa ti piace da fare da grande?” Questo è il primo modo per iniziare la fase di cambiamento che ti porterà ad un nuovo lavoro. Fai quello che ti piace è il modo migliore per non essere schiavo del sistema. Ognuno di noi ha delle potenzialità che vanno coltivate. Esempio: e’ inutile che io mezzo vegetariano cerco lavoro come cuoco in un ristorante tradizionale. Se avessi buone capacità forse potrei aprire una cucina alternativa. Se da piccolo giocavi a fare dolci potrai diventare un famoso pasticcere o se smontavi qualsiasi cosa potresti essere un favoloso tecnico e se disegnavi bene potresti fare qualcosa di artistico.

 

Be Sociable, Share!

1 Comment

Filed under Diario di bordo

One Response to Fai quello che ti piace

  1. Enrica

    Ciao Paolo condivido.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

2 × 1 =