Inceneritore Barga – Pascoli si starà rivoltando nella tomba

“Dov’era l’ombra, or se la quercia spande
morta, né più coi turbini tenzona.
La gente dice: “Or vedo: era pur grande!”

Pendono qua e là dalla corona
i nidietti della primavera.
Dice la gente: “Or vedo: era pur buona!”

Ognuno loda, ognuno taglia. A sera
ognuno col suo grave fascio va.
Nell’aria, un pianto… d’una capinera
che cerca il nido che non troverà.” La quercia caduta – Giovanni Pascoli

Giocanni Pascoli acquistò la casa “Cardosi-Carrara” a Castelvecchio Pascoli, una frazione del comune di Barga, nella Valle del Serchio, nel quale il poeta Pascoli scrisse le piu’ famose poesie. Oggi la bellezza del luogo e nuovamente minacciata dalla costruzione dell’inceneritore o meglio di un pirogassificatore, nel paese Fornaci di Barga vicino alla case. Ancora una volta, in questi luoghi, la sensibilizzazione di uno sviluppo sostenibile, che tiene conto delle bellezze naturali della vallate di Barga, sembra venire meno. La proposta di un inceneritore fara’ rivoltare sicuramente Giovanni Pascoli nella tomba.

 

Be Sociable, Share!

Leave a Comment

Filed under Battaglia verde

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

19 − seven =